Liddell Hart e la vita di Scipione Africano Maggiore. La lezione della storia antica

lic. phil. Michele Balmelli: Liddell Hart e la vita di Scipione Africano Maggiore. La lezione della storia antica (2003)

Il critico militare britannico Basil Liddell Hart scrive nel 1926 quella che si può definire la prima biografia completa di Scipione Africano Maggiore in lingua inglese. La vita di Scipione viene utilizzata da Liddell Hart per ricavare dalla storia una lezione valida ancora nel XX secolo. Il militare può imparare molto dalle imprese vittoriose di Scipione, che pose fine alla seconda guerra punica strappando dapprima la Spagna ai Cartaginesi e battendo poi Annibale nella battaglia di Zama in Africa. Anche per lo studente di storia il lavoro di Liddell Hart risulta prezioso, perché colma una lacuna scientifica esistente nel mondo anglosassone. Liddell Hart crede fermamente nella lezione della storia, ma anche nel suo potere propagandistico. Dalle vicende legate a Scipione e, più in generale, dalla storia antica il critico militare prende ciò che gli serve per dimostrare la validità delle sue innovative idee tattiche e strategiche. La dottrina militare di Liddell Hart ruota attorno al principio che lo scopo ultimo della guerra è una pace migliore, un concetto totalmente stravolto dalla devastante prima guerra mondiale. L'abilità strategica e tattica del comandante romano, il suo elevato senso politico e soprattutto la sua moderazione nei confronti del nemico vinto fanno di Scipione il modello ideale per dimostrare come bisogna agire in guerra. Partendo da una ricerca al Liddell Hart Centre for Military Archive, il vasto archivio di Liddell Hart al King's College di Londra, questo lavoro di licenza si occupa di capire i motivi per i quali il critico militare scrive una biografia dell'Africano, l'uso che egli fa della storia antica e infine il ruolo che essa riveste sia nelle sua formazione intellettuale sia nello sviluppo delle sue teorie militari.